Slider / Vita da freelance / 25 giugno 2014

Come pensare positivo e trasmettere il buonumore

Il 16 e 17 maggio scorso sono stata invitata a un evento dedicato al sorriso, per contribuire con un mio intervento. L’iniziativa si chiama Open Your Smile. Ho costruito il mio speech sulla base dei numerosi articoli che ho scritto per Cosmopolitan e che, in qualche modo, hanno a che fare con il buonumore e il pensiero positivo. Sono partita da una frase che ho letto sul profilo Facebook di Open Your Smile:

Happiness is when what you thing, what you say and what you do are in harmony (Mahatma Ghandi).

“La felicità è quando quello che pensi, quello che dici e quello che fai sono in armonia”. Bene! Mi sono chiesta: in che modo tutto ciò può essere in armonia? Prima di tutto conoscendo se stessi e la parte più bella di noi, cioè il nostro talento. Perché quando sappiamo qual è il talento di cui siamo dotati (ma in realtà ne abbiamo più di uno) e lo viviamo giorno per giorno, siamo più felici, sereni, siamo noi stessi. Vivere il proprio talento non significa solo usarlo per lavoro, ma svilupparlo, esercitarlo, viverlo anche come hobby. Perché se fai ciò che ami, non importa in quale sfera della tua vita lo fai, l’intera vita ne viene contagiata e vivrai una condizione di benessere che si ripercuote anche negli altri ambiti. Per essere persone positive ho immaginato un percorso che parte dal talento e arriva a trasmettere buonumore agli altri.

Vivi il tuo talento

1. Trova gli indizi. Il talento è qualcosa che ti piace fare sin da bambino, che fai in modo naturale e che gli altri ti riconoscono. Può essere qualsiasi qualità: scrivere, fare i conti, cucinare, correre, ballare, disegnare, l’abilità nelle relazioni, il giardinaggio…

2. Sviluppa la resilenza. Lasciati andare alle difficoltà come la palma si lascia andare al vento. Non irrigidirti ma cerca di adeguarti al momento. Non è rassegnazione, ma la sicurezza che nonostante stia accadendo qualcosa che mette alla prova, tu te la sai cavare.

3. Non temere gli errori. Vivi il tuo talento come un gioco. Il gioco contempla, insieme alla vittoria, anche la possibilità di perdere.

Allena il coraggio 

Per mostrare al mondo il proprio talento ci vuole coraggio. Il coraggio è un muscolo che si può allenare. Tutti lo abbiamo, non esistono persone più coraggiose di altre ma solo persone più allenate a esercitarlo.

Esci dalla zona di comfort

La comfort zone è quell’insieme di abitudini sulle quali ci adagiamo, come un vecchio divano comodo che però ci sforma, togliendoci la voglia di muoverci. Spesso avvertiamo la sensazione di vivere in una routine che ci sta stretta, che ci fa sentire immobili e che non aggiunge nulla di positivo alla nostra vita. Quando sentiamo questa sensazione, è il momento di rompere la zona di comfort e fare qualcosa di nuovo. Non servono azioni eclatanti, basta fare qualcosa che non si è mai fatto o non si fa da tempo, come fare una passeggiata in un posto che non si conosce o iniziare uno sport che avevamo da tempo in mente…

Per superare la zona di confort:

1. Fissa obiettivi che, sebbene possibili, non siano troppo semplici da raggiungere.

2. Vivi la serendipità (ovvero goditi la casualità della vita).

3. Pensa ai benefici: maggiore energia, fiducia in se stessi e apertura verso il cambiamento.

La più coraggiosa decisione che prendi ogni giorno è quella di essere di buonumore (Voltaire).  

Il buonumore è virale 

Vivi il tuo talento, scopri qualcosa di nuovo e sarai una persona positiva. Non solo, la gioia che provi è anche contagiosa. Se pensi positivo influenzerai chi ti sta accanto, se chi ti sta accanto è positivo riceverai anche tu un po’ di quel buonumore. In più le persone positive vanno sempre  incontro a nuove opportunità e questo semplicemente perché la loro mente e il loro stato d’animo sono aperti e predisposti a vedere ciò che accade intorno. Basta la semplice esperienza personale per rendersi conto che quando siamo sereni, felici o stiamo bene accade così. La felicità si può dividere in due parti, quella edonica, momentanea, quella tipica di quando tocchi il cielo con un dito, e quella eudaimonica più duratura e simile a uno stato di benessere: questa è quella su cui lavorare giorno per giorno ed è quella che possiamo trasmettere agli altri.

3 consigli per trasmettere positività:

1. Porta un po’ di colore nella tua vita

2. La gioia sta nel coltivare relazioni profonde con gli altri

3. Il mood positivo passa anche attraverso il corpo.

Quando vediamo un amico sorridere, per effetto emulativo sorridiamo anche noi. Siamo esseri sociali e rispondiamo in modo simile ai messaggi che riceviamo dagli altri. Il corpo, che parla tanto per noi, è un veicolo preziosissimo per trasmettere il buonumore. La massima espressione di gioia lo dà il contatto fisico. Il più bel gesto di contatto, secondo me (ma non credo di essere la sola a pensarlo), è l’abbraccio. Trasmette ossitocina, l’ormone dell’amore, chiamato così perché risalda il senso d’affetto, crea empatia, rafforza fiducia e autostima.

Open Your Smile ha fatto tappa a Milano, Roma e Padova. La prossima è a Palermo il 27 settembre.


Tags:  buonumore open your smile pensiero positivo

Bookmark and Share




Previous Post
L'arte come terapia di Alain de Botton e John Armstrong
Next Post
Forte Marghera: da Fortezza militare a Parco culturale







0 Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *



More Story
L'arte come terapia di Alain de Botton e John Armstrong
Il manuale di Alain de Botton e John Armstrong, L'arte come terapia dice una cosa semplice, e cioè che l'arte può guarire...