Slider / storie di luoghi / 29 maggio 2014

Isola di Rodi, Lindos e la sua Acropoli

Esistono posti meno conosciuti che non sono secondi a nessuno. In Grecia ogni Acropoli ha la sua bellezza, rappresentata da un panorama che ti avvolge facendo venire una vertigine di meraviglia. Questa è l’Acropoli di Lindos, paese bianco e arroccato dell’isola di Rodi, a circa un’ora di strada della città di Rodi procedendo sul versante sud-orientale.

vista di Lindos dall'Acropoli

A Lindos d’estate il mare è calmo, mentre sull’Egeo Occidentale soffiano venti senza sosta che lo rendono irrequieto per tutta la stagione. C’è un punto dell’isola vicino alla città di Rodi, dove vedi pefettamente il congiungersi delle due anime del Mediterraneo: quella estiva e agitata dell’Occidente e quella calma della parte orientale. D’inverno le due anime s’invertono e i venti soffiano da Oriente, così, il mare calmo è a Occidente mentre a Lindos si alzano le onde.

Vista dalla strada verso l'Acropoli

Lindos è un villaggio più lento della caotica Rodi ed è una terra che appare placida e forte. Sarà stato il mese in cui l’ho visitata, maggio, tranquillo da queste parti, ma più che girare tra i vicoli, qui hai voglia di fermarti.

Vista dall'Acropoli della Baia di San Paolo

Dall’Acropoli lo sguardo punta verso la baia di San Paolo, dove sbarcò l’apostolo che ha convertito l’isola al Cristianesimo.

Le scale dei Cavalieri dell'Acropoli di Lindos

L’Acropoli oggi conserva pochi resti del Tempio dorico di Athena Lindia costruito nel 300 avanti Cristo, mentre resta tanto della struttura medievale come la lunga scalinata risalante al tempo dei Cavalieri di Rodi.

particolare dell'Acropoli di Lindos

Tutto questo l’ho appreso da Giovanni, assistente degli ospiti del villaggio turistico dove ho soggiornato. Da brava guida (ma non era esattamente una guida turistica) t’informava di ogni dettaglio della sua terra, e me ne ha forniti più di quanto sia riuscita a scrivere negli appunti. Giovanni è una di quelle persone che per descriverle nella sua interezza dici: “è un personaggio”.  Ma grazie a lui ho conosciuto Lindos, villaggio tipicamente greco nei colori delle case e del mare, nei souvenirs appesi per le strade, nell’orgoglio dei suoi abitanti.

Vista dal basso dell'Acropoli di Lindos

Come sono andata

Con il Tour Operator Settemari.

Partenza da Verona con volo charter.

Ospite al Rodos Princess Beach Hotel.



Bookmark and Share




Previous Post
4 riflessioni che ho fatto grazie a Pif
Next Post
Chi sono le donne che hanno cambiato il mondo







0 Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *



More Story
4 riflessioni che ho fatto grazie a Pif
So chi è Pif (Pierfrancesco Diliberto), da quando era inviato a Le Iene. Una volta mi è capitato di incontrarlo sulla metro...