Slider / storie di luoghi / 25 febbraio 2015

“Lo sport è per tutti” lo Spirito Olimpico da vivere all’Olympic Museum di Losanna

Le Olimpiadi per me sono un momento di grande carica emotiva. Non li seguo da tifosa, ma quella sensazione che la fatica ripaghi in vari modi e che si possa sempre andare oltre i propri limiti, ce l’ho ogni volta che guardo un atleta vincere o perdere.

Le Olimpiadi mi piacciono, mi motivano e tutte le volte che sono andata a Losanna ho sempre avuto voglia di visitare il Museo dedicato. Finché durante l’ultimo viaggio fatto, il primo del 2015, ci sono andata. E il Museo Olimpico non ha disatteso l’idea che mi sono fatta di questo luogo.

Non starò a raccontare la storia, perché la potrete leggere molto più esaustiva sul sito ufficiale, The Olympic Museum, o più concisa sulla pagina di Wikipedia dedicata al Museo. Due cose però le dico: il Museo Olimpico è stato aperto nel 1993, voluto da Juan Antonio Samaranch, allora presidente del CIO, e disegnato dall’architetto messicano Pedro Ramírez Vázquez, nella città in cui ha sede dal 1915 il Comitato Olimpico Internazionale.

The Olympic Museum

The Olympic Museum

Il suo obiettivo è aiutare le persone a capire e condividere l’idea Olimpica e di celebrare i giochi come un alto momento di contributo alla società di ogni epoca. E io ho deciso di condividere lo Spirito Olimpico così come lo ha sostenuto il pedagogista Pierre de Coubertin, colui che ha dato vita nel 1896 ai Giochi Olimpici moderni, riportando all’attenzione del mondo le competizioni atletiche dell’antica Grecia.

The Olympic Museum

Pierre de Coubertin sembra quasi un fuori di testa, tanto era visionario, ma se non fosse stato per la sua spinta e per tutti quelli che lo hanno seguito in questa impresa, non avremmo oggi forse l’unico evento davvero democratico e l’unico momento storico dove rivalità politiche e differenze ideologiche sono sospese per un breve, troppo breve, periodo di tempo.

“Per ogni individuo, lo sport è una possibile fonte di miglioramento interiore”. 

“Lo spirito olimpico non è né la proprietà di una razza, né di una era”. 

Pierre de Coubertin

Le prossime Olimpiadi del 2016 si terranno in Brasile, nel frattempo visitare il Museo Olimpico è un tuffo nella storia dei Giochi e nelle sfaccettate emozioni che lo sport è capace di dare.

Da febbraio 2015 al 26 gennaio 2016 il Museo ospita la mostra Giochi Olimpici: dietro lo schermo, che racconta la storia della trasmissione dei Giochi Olimpici alla radio e alla televisione fino alla contemporaneità dei social network.

The Olympic Museum
 Quai d’Ouchy 1
1001 Lausanne Switzerland
Tel : +41 21 621 65 11

Con le foto che seguono voglio raccontare quello che, in questo luogo, potrete trovare: informazioni storiche, biografie, modellini, costumi, fiaccole olimpiche, reperti, medaglie, giochi interattivi, parole, video, ricostruzioni politiche, leggende sportive, bozzetti, disegni, mascotte, testimonianze, lungo un percorso narrativo che parte dalle origini della mitologia: la statua di Zeus ad Olimpia.

The Olympic Museum

The Olympic Museum

DSC00032

The Olympic Museum

The Olympic Museum

DSC00102The Olympic MuseumThe Olympic Museum

The Olympic Museum

The Olympic MuseumThe Olympic Museum

The Olympic MuseumThe Olympic Museum

The Olympic Museum

The Olympic Museum


Tags:  giochi losanna museo olimpico olimpiadi The Olympic Museum

Bookmark and Share




Previous Post
Sostengo il blog Afrodite k, perché grazie a Daniela mi sto informando su malattie e partite Iva
Next Post
Prima il piacere e poi il dovere. La libertà è il tempo per le cose che ami







0 Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *



More Story
Sostengo il blog Afrodite k, perché grazie a Daniela mi sto informando su malattie e partite Iva
Di lei ho letto già tempo fa e probabilmente anche voi, partite iva o no, vi sarete imbattuti nella battaglia che sta portando...