Slider / storie di donne / 9 ottobre 2014

Natàlia Perarnau ha fondato Kids&Us con un metodo innovativo per insegnare l’inglese ai bambini

Natàlia Perarnau è una mamma spagnola che ha realizzato un grande sogno: aprire una scuola di inglese per bambini con una particolarità che sta tutta nel metodo d’insegnamento.

Nella sua scuola, Kids&Us Language School, con sedi in tutta Europa, s’insegna già a partire dai 9 mesi d’età e l’efficacia del metodo sta nell’ascolto.

Natàlia si è resa conto che, quando impariamo la nostra lingua madre, prima di tutto ascoltiamo, poi pronunciamo le prime parole e le prime frasi e infine impariamo a scrivere. Perché non usare lo stesso metodo per una lingua straniera? Sembra un’intuizione semplicissima, a cui Natàlia Perarnau non solo ha dato ascolto, ma l’ha trasformata in realtà. Tutto è iniziato seguendo l’insegnamento dell’inglese di sua figlia.

Interno scuola Kids&Us

Natàlia è una filologa e insegnante. Da ottobre 2014 ha inaugurato altre due sedi in Italia, a Milano e Roma, e ha spiegato personalmente alle mamme in che cosa consiste il suo metodo: si fa ascoltare un cd in inglese ai bambini, ogni giorno per circa dieci minuti, mentre giocano, mentre li accompagni al parco o in macchina, mentre fanno qualsiasi cosa (purché non guardino la tv) e una volta alla settimana, a scuola, vengono svolti esercizi in forma di giochi per stimolare l’argomento d’ascolto. Dopo poco tempo i bambini cominciano a pronunciare parole e frasi e verso i 7 o 8 anni s’insegna a scrivere.

Il segreto che sta dietro a questo apprendimento, ma anche dietro alla realizzazione del progetto, è la disciplina. Natàlia ne è convinta: si raggiunge un obiettivo solo con la costanza e pianificando di fare qualcosa ogni giorno.

P1000175

E per le difficoltà? Natàlia ne ha superate molte, a partire dalla diffidenza delle banche. Lei ne è certa: se al suo posto ci fosse stato un uomo in giacca e cravatta, gli avrebbe dato più ascolto. Lei, invece, che una bellissima donna dai modi gentili, ha dovuto affrontare un po’ di resistenze prima di riuscire ad avere il prestito necessario per aprire le sue scuole. Ma ce l’ha fatta e lei dice che è merito della passione. Se vuoi che gli altri credano in te, devi trasmettere la passione che hai dentro.

Natàlia non ha dubbi, quando lavori con onesta, mettendo tutta te stessa e ciò che sai fare in quello che fai, il risultato è sempre buono.

Quello che ho notato intervistandola per Cosmopolitan è stata la soddisfazione con la quale Natàlia mi ha raccontato il suo percorso, la gratitudine che hanno espresso le sue parole nei confronti del compagno e dei suoi collaboratori e la fiducia che ha costruito su di sé. L’ha alimentata ogni giorni, nonostante la paura di perdere la creatività che le ha dato lo slancio per iniziare. Si è convinta che ce la può fare. L’hanno aiutata due letture: “Buena Surte” e “The secret of the Millionaire Mind”, e una frase che si ripete spesso: “Se hai la volontà trovi la strada per tutto”.


Tags:  bambini inglese kids&Us Natàlia Perarnau scuola

Bookmark and Share




Previous Post
12 frasi per creativi dal libro Non conta volere, ma volere contare di Paul Arden
Next Post
Montefiascone, la luce e la calma







0 Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *



More Story
12 frasi per creativi dal libro Non conta volere, ma volere contare di Paul Arden
Nella presentazione di questo libro, si dice che Non conta volere, ma volere contare, sia diventato un manuale indispensabile...